DuilioSabato 19/10 a Combai (TV) si è svolta la ormai tradizionale “Pedalata dei Marroni”. Il nome potrebbe far pensare ad una biciclettata ma non è stato così. Una vera e propria manifestazione di MTB ha visto tre nostri protagonisti prenderla proprio sul serio, tanto che il nostro amico Fabio ce la racconta così:

Giornata splendida e soleggiata, un filo di umido nell’aria ma tracciato perfetto, piccole variazioni di percorso rispetto all’anno scorso sopratutto verso la fine, ma sempre bellissimi e suggestivi passaggi tra vigneti e boschetti. Meno partecipanti del solito ma probabilmente il recupero della data non è stato letto da tutti. I conteggi della giornata dicevano sui 150. Michele al solito scatta subito alla partenza e si fa la rampa fino alla chiesetta con due marce piu lunghe degli altri e brucia una decina di avversari, io sono dietro fino a metà salita e poi non riesco a tenere il suo ritmo. Si entra poi nella prima parte di sterrato, molto veloce e largo, dove c’è un pò di bagarre nel gruppo proprio dove sono io; intravedo Michele davanti, nei tratti liberi, che sta con i primissimi senza mollare mezzo centimetro. Arrivo all’imbuto della prima vigna (quella che si prende subito dopo il primo tratto di asfalto, girando attorno ad un enorme albero) e intravedo ancora Michele che è passato quasi senza frenare tipo razzo, io riesco ad infilarmi prima di un gruppetto di tre e rimango davanti a loro fino alla prima risalita in vigna grande. Da quel punto non vedo piu Michele che si fa tutta la gara a manettissima, soffrendo un poco solo nell’ultima rampa (quella spaccagambe in mezzo al bosco che spunta in paese) prima del traguardo, arrivando 21 esimo!! e a pochissimi minuti dal primo! Io da metà gara in poi, nelle salite prolungate lascio brandelli di polmone, e il gruppone di metà mi raggiunge…, recupero nelle discese andando a tutta sui salti e frenando all’ultimo centimetro… alla fine arrivo 66 esimo. Papà Stramare (nella foto), con la tempra che lo contraddistingue, si fa tutta la gara in scioltezza arrivando 118esimo, e anche questa volta si è lasciato dietro gente ben piu giovane. Ciao a presto!

About The Author

Riccardo Padesi

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop a comment on a post or contact us so we can take care of it!