SAMSUNGUn po’ in ritardo, ma pubblichiamo con piacere il resoconto  di un’esperienza importantissima per Montanaia Racing.

In questo periodo di pausa per gli skyrunners c’era la possibilità si partecipare alla staffetta 6×1 benefica di Frisanco organizzata dall’ASLA di Pordenone.

Un’occasione per sgranchirsi un po’ le gambe, fare beneficienza e ritrovarsi in compagnia tra amici.

All’inizio la cosa è partita un po’ in sordina, “forse facciamo una squadra…. magari due…” e poi alla fine siamo arrivati a 5 squadre iscritte: 3 maschili, 1 femminile (“girls”) e 1 di amici di amici di Montanaia. In totale 30 persone partecipanti! Un gran bel successo già solo per questo!

Poi spunta anche la possibilità di montare un nostro gazebo in piazza. Detto fatto, insieme a Pier lo montiamo a ridosso del percorso, un bello striscione Montanaia Racing (che arrivava anche oltre il gazebo…) per renderci riconoscibili e per una sera la “casa Montanaia Racing” è stata a Frisanco.

Arriva il giorno della gara.

La mattina fa freddo e l’asfalto del percorso è in gran parte ghiacciato, ma la bellezza del posto e la simpatia degli organizzatori ci fa dimenticare tutto.

La sera il percorso migliora, il freddo (un poco) pure, e il pensiero che su quei 1.100 metri di tracciato sarebbero passate continuativamente per 6 ore un totale di circa 600 persone, toglie ogni dubbio sulla tenuta del tracciato.

Si avvicina l’ora della partenza. Anche se lo spirito della manifestazione é tutt’altro, comunque indossato il pettorale e sapendo che c’è un cronometro che ti “misura”, lo spirito agonistico e la voglia di far bene si fa sentire. E’ bello così.

Poi uno speaker commosso che ringrazia per la grande partecipazione e per l’aiuto che stiamo dando alle persone malate di SLA, ci ricorda perché siamo lì. E’ bello anche questo.

E poi, via. Si parte.

Tracciato molto “guidato”, pochi pezzi piani, un continuo saliscendi, scalini e viottoli di sasso, curve a gomito e svolte improvvise anche alla fine delle discese.

Niente di particolarmente impegnativo fisicamente, ma bisogna correre con la testa sulle spalle e concentrati su dove si va. Ma dopo i primi giri già il percorso è memorizzato. Ed alla fine è divertente.

Ora dopo ora arrivano i nuovi partecipanti, e si susseguono i cambi con puntualità.

Tutto prosegue regolare, anche il freddo, fino alla fine. Ma tra chiacchiere, vin brulé e il calore umano (in senso fisico) dentro il gazebo non si sta male.

Alla fine è stata una bella occasione per ritrovarci, assaggiare un po’ di agonismo, e far parlare di Montanaia Racing anche in una circostanza di solidarietà.

Queste le squadre in gara. Per dovere di cronaca, la squadra femminile è arrivata 11° assoluta su 102 squadre e Alessandro Ferraro ha fatto il primo assoluto della sua frazione e terzo assoluto di tutte le frazioni!!!

squadre

 

Tagged with:
 
About The Author

Riccardo Padesi

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop a comment on a post or contact us so we can take care of it!