Cari amici, quanto abbiamo vissuto durante lo scorso weekend è stato davvero qualcosa di grande: la trasferta MR al Giir di Mont.

Tra atleti, supporters, amici e famigliari, eravamo il 23 nella fantastica Premana… tutti sempre insieme: in viaggio con i furgoni MR, a pranzo, a cena, al briefing serale con centinaia di persone, di notte nei semplici, economici, essenziali appartamenti e poi a vivere tutti insieme la gara. Gli atleti, che hanno dimostrato una caparbietà incredibile per portare a termine una competizione veramente durissima. I supporters che hanno fatto chilometri per posizionarsi nei punti cruciali della gara solo per portare una borraccia o per sorreggere moralmente i nostri atleti. I famigliari e gli amici che col cuore in mano hanno aspettato ore, sotto il sole, scrutando all’orizzonte e balzando in piedi ad ogni atleta che appariva da lontano, fino alla grande emozione di vedere arrivare proprio chi aspettavano, magari con la faccia distorta dalla fatica e dai crampi ma felice, emozionato.

Una grande nota di merito all’organizzazione della manifestazione che riesce a organizzare in modo veramente impeccabile un evento mondiale, con 850 atleti, in una cittadina arroccata sui pendii della montagna con una logistica difficilissima, assenza quasi totale di parcheggi, pochi spazi… ma vi possiamo assicurare che tutto gira alla perfezione.

Per tutti gli atleti in gara è stata durissima, tutti speravano di chiudere con un tempo più breve, qualcuno non ce l’ha fatta, ma alla fine eravamo di nuovo tutti felici, insieme a chiudere un weekend di sport ed emozioni.

Primo a tagliare il traguardo tra i nostri il grande Herbert Cimolin, una sicurezza. A seguire Jennifer Senik e Paolo Posocco… Jenny stavolta ha dovuto dar ragione ai crampi che l’anno bloccata più o meno a metà gara, quando stava veramente andando benissimo, e solo la sua caparbietà e il supporto di Paolo le hanno permesso di arrivare alla fine. A seguire all’arrivo: Stefano Tagliafierro con l’amico Marco De Salvador, Donnie Gray (anche lui colpito duramente dai crampi), Christian Marin. Patricia Gnac purtroppo è stata costretta a rientrare per aver oltrepassato di soli 10 minuti il tempo massimo al secondo cancelletto. Stefano Puiatti ha dovuto ritirarsi per un cedimento fisico che non gli ha permesso di continuare. Marco Venier con la sua caviglia convalescente è partito con tutti ma poi ha deviato per la mini skyrace e l’ha completata con calma gustandosi i fantastici alpeggi. Alla mini skyrace ottima prestazione di Valeria Esposito che ha chiuso nonostante una brutta caduta che per fortuna non ha dato gravi conseguenze.

Nonostante tutto, però, l’obiettivo di tutti i partecipanti è stato raggiunto alla grande: passare due giorni in compagnia in un posto fantastico con i propri amici!!!

Questa è Montanaia Racing!!!

About The Author

Riccardo Padesi

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop a comment on a post or contact us so we can take care of it!